Feeds:
Articoli
Commenti

Eliminare il beep da ubuntu

Hai presente quando apri una console di shell, scrivi qualcosa premi tab e beeep, beep, beep, beeeeeep!
Io lo odio. Il pc-speaker dovrebbe esistere solo in CSI e nei server col monitor da 11″ a fosfori verdi.

Ecco quindi come disattivarlo su ubuntu e sistemi linux in generale:

sudo vi /etc/modprobe.d/blacklist

aggiungere la linea

blacklist pcspkr

e al prossimo riavvio starà zitto.

(Per zittirlo al volo: sudo rmmod pcspkr)

Ecco un piccolo howto per poter accedere da FlexBuilder a repository subversion con autenticazione a chiave pubblica/privata in tunnel ssh. Sì ok, lo so che FlexBuilder è eclipse sotto mentite spoglie, ma non si sa mai che qualche sventurato si stia già strappando i capelli non riuscendo a trovare informazioni utili…

  1. Abbiate le chiavi in formato openssh (importante: solo ssh2), se non le avete potete generarle con puttygen
  2. Installate il plugin subclipse su FlexBuilder, scegliendo come client SVNKit (Pure Java)
  3. Trovate il file FlexBuilder.ini nella stessa cartella dell’eseguibile (ad es: C:\Programmi\Adobe\Flex Builder 3\) ed apritelo con notepad. Si presenterà più o meno così:
    -vmargs
    -Xms128m
    -Xmx512m
    -XX: MaxPermSize=256m
    -XX: PermSize=64m
    -Djava.net.preferIPv4Stack=true
  4. aggiungete le seguenti righe al file modificando i campi in corsivo con i vostri dati ed infine salvate
    -Dsvnkit.ssh2.key=percorso/della/mia/chiave/ssh/privata
    -Dsvnkit.ssh2.username=mio-username-ssh
    -Dsvnkit.ssh2.passphrase=
    -Dsvnkit.ssh2.password=
    -Dsvnkit.ssh2.port=22

Avviate FlexBuilder, dovrebbe funzionare tutto a meno che a battere sulla tastiera non ci sia un bonobo

Amarildo.

Installare Skype è sempre stato semplice, normalmente in 1 minuto sei già in conversazione.
Così non è se hai un sistema a 64bit. Infatti Skype viene offerto solamente in formato binario compilato per le architetture a 32 bit.
Effetti che ho constatato personalmente installandolo in vari modi:
– crash sistematico ad ogni login (kde3&4)
– non funziona l’audio (kde4)
– non funziona il video(kde3&4)
– non si vedono le immagini di profilo (kde3&4)

Tralasciando i perchè, che non mi interessano anche perchè perchè perchè… ecco come ho risolto:

  1. aggiungere Medibuntu alla lista di repositories
    #medibuntu
    deb http://packages.medibuntu.org/ intrepid free non-free
    sudo apt-get update
  2. sudo apt-get install ia32-libs lib32asound2 libasound2-plugins
    wget -N boundlesssupremacy.com/Cappy/getlibs/getlibs-all.deb
    sudo dpkg -i getlibs-all.deb
    sudo getlibs -p libqtcore4 libqtgui4 bluez-alsa
  3. sudo apt-get install skype-static

Ora ho tutto funzionante.
Roba da matti…

Prelibatéz

tipico menu di culurgiones à la ulassaise

I culurgiones ogliastrini mi fanno impazzire.

Voglio iniziare da oggi a discutere di un tema caldo, il tema dell’estate direi. Purtroppo si tratta di cose serie e non dei soliti trucchetti magici che sono solito riportare in questo spazio per non dimenticarli nei meandri delle caotiche protuberanze dendritiche. Si tratta di affrontare in maniera ghepardiana i problemi legati alla progettazione e allo sviluppo di sistemi software moderni, abbandonando i vecchi schemi di stampo platonico basati sul cemento armato e ragionando invece sull’evidenza. Murphy è con noi.

Cominciamo dunque con la nuda e cruda elencazione delle leggi della natura, le fondamenta imprescindibili sulle quali costruire una bella amaca.

Le leggi dimurzy

  1. I requisiti cambiano proporzionalmente alla complessità
  2. La complessità cresce proporzionalmente al dettaglio di progettazione
  3. Il tempo stimato per un certo task è sempre in difetto del gomito che fa contatto con piede
  4. 2+2 gg = 5 sett.
  5. Quando il progetto va benissimo per un tempo superiore a 2 sett. c’è uno tsunami in agguato, o è morto.
  6. Più carta produci, più alte saranno le fiamme in cui morirai.
  7. Sia D un documento di dettaglio tecnico e Z il suo zip, allora D si definisce Fuffa Galattica se e solo se size(Z)=0.
    Viene definito il coefficiente di fuffosità Cf il rapporto size(D)/size(Z). Quando Cf tende ad infinito, scappa.
  8. Quando è colpa tua:
    (in italia) è colpa del sistemista, che dribbla al settore 2, che passa la palla al commerciale, che appoggia di tacco al fornitore (accenture) che dopo un giro di campo a vuoto senza palla passa di testa a SAP, che passa di testa al governo italiano che fa autogol, governo bastardo!
    (in giappone) è tutta colpa tua, la maledizione ricadrà sui tuoi discendenti per secoli e secoli, ricorsivamente.
    (in google) stappi una birra… tanto era una beta!
  9. In natura non esistono “risorse” ma persone.
    corollario: l’interscambiabilità è una chimera.
  10. Il paracadute è sempre rotto

Gira la ruota!

Coose straaaneee

Sarò telegrafico.

Ubuntu 8.04, Firefox 3.0 -> sparite tutte le applicazioni associate ai tipi MIME.

soluzione: sudo apt-get install firefox-gnome-support

note: tip valido anche su kubuntu e xubuntu.

Tippino del giorno

Usi thunderbird? Hai un migliaio di caselle e vorresti cambiare il loro ordine di visualizzazione?

Se non te ne fraga assolutamente nulla ma sei profondamente innamorato/a posta il tuo amore qui

Se invece ti interessa ecco come fare:

Chiudi thunderbird, apri la cartella del profilo utente (ad es. /home/steve/.thunderbird/xwfnbr2f.default o C:\Documents and Settings\VostroNomeUtente\Application Data\Thunderbird\Profiles\default.???) e trova al suo interno il file prefs.js.
Aprilo con un editor quasiasi e cerca le righe del tipo ‘user_pref(“mail.server.serverXX.ageLimit…”, ….);‘ dove XX è un codice numerico che si riferisce appunto all’ordine in cui thunderbird presenta a video le caselle.
Per cambiare quest’ordine è sufficiente modificare il valore XX di tutte le righe per una data casella, facendo attenzione a non duplicare i codici tra caselle diverse.